Le proprietà terapeutiche del CBD e le patologie per cui può essere utile

Il CBD è il cannabinoide al centro della ricerca scientifica odierna e che ha portato una vera e propria rivoluzione nel mondo della cannabis. Oggi infatti la maggior parte delle grandi seedbank a livello mondiale propongono diverse versione degli strain che le hanno rese celebri, arricchite con diverse percentuali di CBD e il cannabinoide è stato sdoganato sia nell’utilizzo a livello medico, che all’interno di decine di prodotti commerciali che vengono venduti in diversi Paesi a seconda della propria legislazione.

Il CBD venne isolato per la prima volta da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Chimica dell’Università dell’Illinois nel 1940, si tratta di Roger Adams, Madison Hunt e J. H Clark. Ma ci sono voluti altri 23 anni affinché il dottore Raphael Mechoulam, considerato il padre della ricerca sui cannabinoidi, ne identificasse la struttura esatta nel 1963 insieme ai suoi collaboratori. L’anno successivo lo stesso dottor Mechoulam isolò per la prima volta il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) aprendo nuovi campi di ricerca per la cannabis in medicina. In un’intervista rilasciata nel suo studio all’Università di Gerusalemme a Dolce Vita ha spiegato che : “La ricerca scientifica moderna ha dimostrato che il CBD è completamente atossico e sicuro”, sottolineando che: “In uno studio clinico sui suoi potenziali effetti benefici nel trattamento della schizofrenia, è stato somministrato ai pazienti in dosi da un grammo senza che fosse riscontrato nessun effetto collaterale”.



Gli effetti anticonvulsivanti del CBD sono noti a livello scientifico dal 1973, quando i ricercatori Carlini, Leite, Tannahuser e Berardi, pubblicarono uno studio che mostrava come il cannabinoide bloccasse le convulsioni nei ratti. Effetto che fu confermato a livello clinico, e quindi su pazienti con altri studi, alcuni eseguiti anche dal dottor Mechoulam, alla fine degli anni ’70. Anche se la maggior parte delle persone che ricevette una dose del composto provò alcuni miglioramenti, i risultati non potevano considerarsi ancora definitivi. A metà degli anni ’70, ulteriori studi clinici indagarono in altre aree mediche: sia sulle sue proprietà ansiolitiche che su quelle antiemetiche. Durante questi anni vennero scoperti anche gli effetti sedativi del composto prima in ricerche sugli animali, poi confermate da vari studi clinici che dimostrarono che il suo utilizzo migliorava il sonno in pazienti con problemi di insonnia.

Oggi i due grandi campi di indagine sulle proprietà terapeutiche del CBD sono quello del trattamento delle psicosi e del suo utilizzo come sostanza anti convulsivante specialmente in forme di epilessia pediatrica farmaco-resistente, ma il potenziale utilizzo terapeutico del CBD è stato evidenziato in un gran numero di malattie e sintomi, tra i quali distonia, diabete, malattie infiammatorie, morbo di Alzheimer e malattie della pelle.

3 visualizzazioni
0
INFO NEGOZIO

Indirizzo: Via Contrada Mondovì 5

12100 CUNEO

email: icanape.cuneo@gmail.com

cell: +39 3289776406

Partita Iva: 03778730048

Capitale sociale € 2000

Codice REA: CN-316100

ORARI NEGOZIO

Domenica  Chiuso

Lunedì  15:30–19:30

Martedì  09:30–12:30, 15:30–19:30

Mercoledì  09:30–12:30, 15:30–19:30

Giovedì  09:30–12:30

Venerdì  09:30–12:30, 15:30–19:30

Sabato  09:30–12:30, 15:30–19:30

HELP
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale

© 2023 by Prickles & Co. Proudly created with Wix.com